Lino Strangis
Partiture Spaziali

a cura di Veronica D’Auria

INAUGURAZIONE

giovedì 5 settembre 2019, ore 18:00
Via Urbana 110 – Roma

La Galleria CONTACT artecontemporanea, in collaborazione con C.A.R.M.A. – Centro d’Arti e Ricerche Multimediali Applicate, presenta la mostra di Lino StrangisPartiture Spaziali, a cura di Veronica D’Auria.

L’iniziativa è parte dell’omonimo progetto che, dopo l’esordio a Spazio Corrosivo (Marcianise) e la significativa tappa presso la Project Room del M.A.C.RO. – Museo d’Arte Contemporanea di Roma, approda al Rione Monti con un nuovo allestimento e nuove opere.

Partiture Spaziali è un concept sviluppato in una mostra personale itinerante che si esprime in molteplici forme compositive e tecniche (videoarte in digitale, realtà virtuale, scultura 3D, performance multimediale e improvvisazione di musica elettronica sperimentale), lavorando sul crinale di una profonda intermedialità. I pezzi esposti, realizzati con tecniche differenti, s’incontrano a divenire insieme un’installazione ambientale multimediale. Ogni singola componente dell’esposizione, a sua volta, si sviluppa in un ambiente ibrido che, situato al di là dei confini tra le discipline artistiche, interpreta la multimedialità come sede di una possibile ulteriore visualizzazione del concetto di arte totale in cui il filo conduttore sono le note, o meglio i “segni” musicali (nello specifico soprattutto quello detto “croma”), felicemente deragliati dai “binari” rappresentati dalle righe del pentagramma, divengono elementi elemento compositivi liberi e modulari, che, attraversando una moltitudine di dimensioni e linguaggi, vanno a comporre tutte le opere.

Nella prima sala dello spazio espositivo sito in Via Urbana 110, a Roma, saranno esposte le sculture (realizzate in ambiente virtuale e stampate in 3D con interventi di strumento manuale), l’opera audiovisiva che prende il titolo dal progetto, stampe e pitture; la sala interna, invece, ospiterà un’installazione ambientale site-specific (costituita da Realtà Virtuale, sculture 3D e altri elementi) le cui parti fungeranno anche da dispositivi scenici nell’accogliere le attività performative che avranno luogo all’interno di essa (un viaggio immersivo in tempo reale all’interno del mondo creato ad hoc dall’artista, attraverso  l’utilizzo non convenzionale di un noto software generalmente impiegato nell’industria del videogame).

L’intero progetto sarà documentato dall’omonima pubblicazione multimediale in uscita per le Edizioni Kappabit, che – oltre a ospitare i contributi dell’artista e della curatrice – vedrà coinvolti alcuni tra i maggiori esperti e critici dei diversi linguaggi protagonisti (Vittore Baroni, Valentino Catricalà, Anna Maria Monteverdi, Maurizio Marco Tozzi). A completamento di questo ampio e articolato programma di attività, si prevede inoltre l’uscita discografica dal titolo “Altre musiche per altri mondi”, un album di musica elettronica sperimentale realizzato dallo stesso Lino Strangis per l’etichetta Folderol.

L’esposizione sarà aperta al pubblico fino al 4 ottobre 2019, dal martedì alla domenica, dalle 16:30 alle 19:30
(solo su appuntamento).

CENNI BIOGRAFICI:

Lino Strangis è un artista mediale (videoarte, realtà virtuali, sound art e musica sperimentale) nato a Lamezia Terme il 19/01/1981, vive e lavora a Roma e Torino. Dal 2005 partecipa a numerosi festival, mostre e rassegne storiche internazionali in Italia e all’estero (ARS ELECTRONICA, Biennale del Mediterraneo, Videoformes, City Sonic, Proyector, Athens Videoart Festival, Invideo) e tiene diverse esposizioni personali in gallerie private e prestigiosi musei tra cui MACRO (Roma), MAXXI (Roma), MUSEO PECCI (Prato), FABBRICA DEL VAPORE (Milano), MUSEO RISO (Palermo), MAUTO (Torino), PAN (Napoli), GAMC (Viareggio), WHITE BOX MUSEUM OF ART (Pechino), muBA (S.Paulo), Attivo anche come sound e multimedia performer ha fondato vari progetti legati alla sperimentazione sonora e l’improvvisazione libera (da solo e con gruppi quali E.T.E.R.E. Project) ed è autore di musiche e sonorizzazioni per se stesso ed altri artisti. Importanti sono anche i suoi impegni nel campo delle installazioni ambientali e delle scenografie multimediali e interattive: dal 2011 collabora agli spettacoli teatrali di Carlo Quartucci e Carla Tatò, ha realizzato le video-scenografie per spettacoli musicali quali SHAMANS OF DIGITAL ERA (che ha anche ideato) e il 70° GALA CONCERT del conservatorio nazionale del Kazakistan.

CONTACT – Via Urbana 110 (Rione Monti), ROMA

Prenota un appuntamento

Per prenotare una visita puoi usare il modulo sottostante.

Inviaci email

0 + 4 = ?

Riceverai una conferma via email

In alternativa è possibile lasciare un messaggio alla seguente casella vocale, sarete ricontattati al più presto:

+39.06.916500729

Per info e informazioni

+39.06.95215939